////

Per andare in Cambogia, vaccinazioni e precauzioni medico-sanitarie da seguire sono un punto chiave dell’organizzazione del tuo viaggio.
Innanzi tutto è indispensabile una polizza assicurativa che copra malattie e infortuni. Ti invitiamo assolutamente a stipularne una, specialmente perché lo standard delle strutture ospedaliere in Cambogia è molto differente da quello a cui si è abituati in Occidente. Prima di partire ti consigliamo di acquistare la polizza “Multirischio” della Chapka, in partnership con Axa, che puoi sottoscrivere anche online.
Questa assicurazione di viaggio ti consentirà di non avere problemi nel malaugurato caso di malattie o piccoli infortuni.

Hai bisogno di supporto per organizzare il tuo viaggio in Cambogia?

scrivici

Le precauzioni nell’era del covid

Le attenzioni sanitarie nell’era post-covid assumono un peso ancora più rilevante, per cui ti consigliamo vivamente di verificare gli ultimi aggiornamenti in tema di obblighi a cui sono chiamati i viaggiatori. Nella fase della riapertura delle frontiere dopo la pandemia i turisti farebbero bene ad organizzarsi precedentemente con la stipula di una polizza assicurativa, con un massimale minimo per spese mediche di 50.000 dollari USA. Una delle compagnie più affidabili è la Chapka Assurances, per cui ti consigliamo di visitare il loro sito web ed optare per la copertura “Multirischio“.
Per viaggiare in Cambogia nell’era del post-covid dovrai essere in possesso di un certificato medico internazionale che attesti la vaccinazione completa anti-covid (green pass).

Tieni comunque presente che la Cambogia è stato uno dei Paesi meno colpiti in assoluto dal covid, nel primo anno della pandemia (da gennaio 2020 a febbraio 2021) si sono registrati meno di 300 casi e nessun decesso (puoi verificare il numero aggiornato dei contagi complessivi). Un record che rende la Cambogia uno dei Paesi in assoluto più sicuri da visitare.

Comunque, in prossimità del tuo viaggio, fai sempre riferimento anche a fonti online ufficiali, quale il sito Viaggiare Sicuri gestito dal Ministero degli Esteri.

vaccinazioni cambogia

Cambogia, ci sono vaccinazioni obbligatorie?

Prima della partenza per la Cambogia, specialmente se non hai mai visitato un Paese asiatico, una delle preoccupazioni che puoi avere è quella relativa a eventuali vaccinazioni obbligatorie, o consigliate; e ancora alla situazione sanitaria cambogiana, a quali medicinali conviene portare con te e quali invece puoi trovare facilmente nelle farmacie locali. Iniziamo subito con il rassicurarti: a parte quella per il covid, il governo cambogiano non prevede alcuna vaccinazione obbligatoria per i viaggiatori provenienti dall’Italia.

In Cambogia, inoltre, non c’è rischio di febbre gialla ed il relativo vaccino è richiesto solo se provieni da altri Paesi considerati a rischio (di solito la fascia equatoriale di Africa e Sud America).

Ora che hai tirato un sospiro di sollievo, ti suggeriamo comunque di consultare il tuo medico prima della partenza, poiché sicuramente il tuo quadro sanitario influisce molto sulla decisione di prendere o meno precauzioni.

Vaccinazioni previste dal Sistema Sanitario Nazionale Italiano

Innanzi tutto ti ricordiamo quali sono le vaccinazioni di routine previste dal nostro Sistema Sanitario Nazionale. Assicurati di averle effettuate tutte:

  • Tetano
  • Difterite
  • Polio
  • Pertosse
  • Haemophilus B
  • Epatite B
  • Morbillo
  • Parotite
  • Rosolia
  • Varicella
vaccinazioni cambogia

Cambogia, i sette consigli pratici

Ecco ora i nostri consigli pratici, da viaggiatori esperti di questi luoghi:

1) Evita di mangiare cibi crudi o poco cotti, specialmente quelli venduti per strada, e non bere mai acqua di rubinetto. Non c’è bisogno di evitare bevande con il ghiaccio, perché la stragrande maggioranza di bar e ristoranti acquista quotidianamente ghiaccio prodotto industrialmente con acqua filtrata: se proprio vuoi esserne certo, assicurati che il cubetto di ghiaccio sia bucato al centro.

2) Un altro consiglio è quello di assumere dei fermenti lattici: a prescindere dalla qualità dei cibi ingeriti, il cambio di alimentazione e di clima può provocare disturbi alla flora intestinale. Inizia ad assumere fermenti lattici almeno una settimana prima della partenza – aiuteranno il tuo intestino ad auto equilibrarsi – e prosegui per tutta la durata del viaggio.

3) Per combattere l’eventuale “diarrea del viaggiatore”, che colpisce il 20% dei visitatori, metti in valigia una confezione di loperamide cloridrato o principi attivi simili. Lo troverai facilmente anche nelle farmacie cambogiane, come tutti gli altri medicinali da banco, ma meglio partire preparati.

polizza di viaggio e cambogia vaccinazioni

4) Armati di un ottimo repellente anti-zanzare. La Cambogia è un Paese endemico sia per la dengue che per la malaria, malattie per cui non esiste un vaccino. La zanzara femmina che trasmette la dengue è attiva specialmente nelle città e durante le ore diurne. Invece il rischio di essere punti da zanzare che trasmettono la malaria esiste durante tutto l’anno in tutto il Paese, incluso il complesso di Angkor, ma è praticamente assente nella città di Phnom Penh e nell’area attorno al Tonle Sap. Se ritieni opportuno attivare la profilassi anti-malarica, consulta il tuo medico ma tieni anche presente le eventuali controindicazioni.

5) Le normali abitudini igieniche e alimentari saranno sufficienti a evitare problemi di salute.

6) Se soffri di patologie particolari, ti raccomandiamo di consultare il tuo medico e portare con te una scorta di farmaci sufficiente per la durata del viaggio.

7) Prima di partire ti consigliamo vivamente di stipulare una polizza assicurativa con una buona copertura medico-sanitaria.

Cambogia, vaccinazioni consigliate anche se non obbligatorie

Anche se non obbligatorie, potrebbero esserci delle vaccinazioni che potrebbero essere consigliate caso per caso, a seconda del periodo di soggiorno, dell’età dei viaggiatori, eccetera. Qui di seguito troverai un elenco di alcune malattie per cui potresti pensare di ricorrere ad un vaccino prima di partire per la Cambogia:

• Encefalite giapponese. La Cambogia è un Paese endemico per questo tipo di malattia, ma la vaccinazione contro l’encefalite giapponese è consigliata solo in occasione di soggiorni superiori ai 30 giorni, durante la stagione monsonica (da giugno a ottobre), e in aree rurali, in particolare presso piantagioni di riso o allevamenti di maiali.

• Epatite A. Il rischio esiste, come in molti Paesi tropicali, ma l’eventuale vaccinazione non dispensa dalle misure di igiene degli alimenti a cui abbiamo accennato nel paragrafo precedente.

vaccini

• Febbre tifoidea. Vale quanto detto per l’Epatite A: potresti ricorrere alla vaccinazione specialmente se ti capiterà di soggiornare in condizioni igieniche precarie. La vaccinazione non dispensa dall’attuare tutte le precauzioni di igiene degli alimenti.

• Rabbia. Potresti valutare la vaccinazione contro la rabbia se pensi di passare un periodo superiore ai 3 mesi in aree rurali. Ricorrono alla vaccinazione anche coloro che possono entrare in contatto con pipistrelli o altri animali selvatici, o che durante la loro vacanza effettuano attività di trekking e cicloturismo.

• Tubercolosi. Il vaccino contro la tubercolosi è consigliato per i bambini e per chi ritiene di soggiornare per un periodo superiore a tre mesi a stretto contatto con la popolazione locale.

Per ulteriori approfondimenti e per verificare altri tipi di vaccinazioni, ti invitiamo a consultare l’ottimo sito del Centro Malattie Infettive e Tropicali Il Giro del Mondo.

medicinali e farmaci consigliati

Quali farmaci portare?

Per quanto riguarda i cosiddetti medicinali da banco, le farmacie cambogiane sono abbastanza rifornite e hanno di solito prezzi contenuti.
Se vuoi in ogni caso portare con te un piccolo kit di emergenza, la lista qui di seguito sarà più che sufficiente.
In ogni caso prima di partire parla con il tuo medico e fatti consigliare i farmaci più adatti al tuo stato di salute.

  • repellente per punture di insetti;
  • crema per scottature;
  • antidiarroico;
  • antidolorifico;
  • antifebbrile (tachipirina o paracetamolo);
  • antibiotici a largo spettro;
  • fermenti latticiUn consiglio: inizia ad assumere fermenti lattici almeno una settimana prima di partire e continua per almeno la prima settimana di permanenza. Aiuterà la flora intestinale con il cambio di alimentazione e le nuove temperature.

Se soffri di malattie croniche per cui prendi dei medicinali particolari, porta con te una scorta adeguata e conservata all’interno delle confezioni originali. Per non avere problemi al controllo doganale quando entri in Cambogia, ogni scatola di medicinali deve essere accompagnata da una prescrizione medica redatta in lingua inglese, nella quale vengono specificati la necessità medica, il tipo di medicina e di cura nonché il quantitativo. Per maggiori informazioni visita il sito dell’Ambasciata Italiana a Bangkok competente anche per la Cambogia.

cambogia vaccinazioni obbligatorie

Hai bisogno di informazioni e supporto per organizzare il tuo viaggio in Cambogia?

Condividi questo articolo